« Mi propongo di rappresentare individui
che per la loro normalità di atteggiamenti e di aspetto
possano denunciare ciò che di anormale esiste
nell'appiattimento del nostro vivere abitudinario »